Archivio | maggio, 2013

Parola d’ordine: non collaudare!

24 Mag

lavori-stradali

A conclusione dell’argomento “polizze fidejussorie nei piani di lottizzazione aperti nel territorio di Rivolta”, trattato nell’ultimo Consiglio Comunale, siamo andati in visita al P.L. di via Dante. Rispetto alla lottizzazione di via Galilei qui siamo molto più avanti, sia come lavori che come edifici realizzati. E’ singolare come là siano stati collaudati dei mucchi di terra e delle erbacce, svincolando una consistente porzione di fidejussione, quando invece, in questa lottizzazione, non sia stata nemmeno presa in considerazione l’idea del collaudo parziale. Che smemorati, adesso ricordiamo il perché!

Continua a leggere

Annunci

A Rivolta d’Adda si è insediato un nuovo “promotore” per l’energia: RIVOLTIAMO – Dal BIOGAS alle Centrali Idroelettriche la nuova “mission” del Sindaco Calvi

17 Mag

Affari

Per chi si chiedesse che cosa sta facendo la GIUNTA RIVOLTIAMO insediatasi nel maggio 2011 ora qualche risposta possiamo darla. Tutto esula da ciò che è stato promesso in campagna elettorale; infatti dei progetti dell’Asilo, del Palazzetto dello Sport e dell’area feste neppure l’ombra. Il Piano delle Opere Pubbliche 2013 non comprende nessuna delle opere sopramenzionate, ma di questo ne abbiamo già parlato sia in Consiglio Comunale che sul ns. blog.

Continua a leggere

Parola d’ordine: collaudare!

12 Mag

cartelli_stradali

Il termine “collaudo” significa: “Sottoporre a verifiche pratiche e attente perizie un lavoro, un’opera, un oggetto nuovo, al fine di accertare la sua idoneità all’uso cui è destinato”. Rendiamo noto che l’Amministrazione di Rivolta d’Adda ritiene che il collaudo tecnico amministrativo delle opere di urbanizzazione del famigerato PII di Via Galilei, effettuato qualche tempo fa, non solo rispecchia alla lettera la definizione di cui sopra ma è anche conforme alle leggi vigenti in materia.

Continua a leggere

…a volte ritornano!

3 Mag

ritornano

Una delle prerogative di Rivolta delle Idee è quella di andare fino in fondo alle questioni. Nonostante passi del tempo e le vicende sembrano cadute inerti sul pavimento della sala consigliare, noi cerchiamo di dare sempre seguito alle nostre battaglie e rimaniamo in attesa che le istituzioni alle quali ci siamo rivolti diano la loro risposta. E’ il caso, per esempio, della segnalazione effettuata al Prefetto di Cremona in ordine all’accesso agli atti comunali ed alla gestione delle spese dell’ Asilo di Rivolta.

Continua a leggere