Che confusione…

11 Ott

Confusione

Probabilmente colpito su un nervo scoperto, il gruppo Rivoltiamo ha rilasciato un comunicato con il quale cerca una timida difesa nei confronti dell’accusa di aver indiscriminatamente alzato la pressione fiscale, senza tentare di ridurre prima le spese.
Il comunicato ha i tratti inconfondibili dello stile della maggioranza: la mistificazione della realtà. Cercando di confondere le idee su quanto è reale, distorcendo il senso del confronto per dimostrare di essere sempre le vittime di una spietata aggressione politica perpetrata dalla minoranza.
Il primo punto che si rileva è che nel comunicato viene sostenuto che la minoranza rinuncerebbe all’ampliamento dei loculi cimiteriali al fine di risparmiare, trascurando un problema civico. Nulla di più falso e tendenzioso, infatti si è opinato “soltanto” sull’incarico della loro progettazione, affidato per la modica cifra di 47.000 euro, quando poteva essere fatto tranquillamente dall’ufficio tecnico comunale, che annovera 2 architetti e altrettanti geometri, per la decima parte della spesa sostenuta. Spesa peraltro data ad una loro sostenitrice e detentrice di altre cariche.
Rivoltiamo afferma di aver ridotto il compenso all’organo di valutazione, noi abbiamo proposto di eliminarlo, risparmiando ulteriori soldi. Un concetto semplice da capire: non proponiamo riduzioni, proponiamo l’eliminazione di un organo non indispensabile.
Che la pressione fiscale sia aumentata è un dato incontrovertibile. E’ aumentata rispetto al 2012 (come ammesso anche nel comunicato stampa) ed è aumentata anche rispetto al 2013.
Come già sostenuto, di fronte a questi dati, ogni giustificazione perde di credibilità. E’ inutile diramare comunicati stampa che cercano di gettare confusione su affermazioni ben circostanziate.
Rivoltiamo dice che non sa se spenderà 80 Mila euro per la variante al Pgt; spiegassero allora il senso dell’avvio del procedimento di Vas. Con che soldi pagheranno il professionista che dovranno selezionare con procedura ad evidenza pubblica? Con altra cassettina da posizionare in biblioteca o presso ufficio tecnico?
Ancora una volta si sostengono discorsi che confondono e rendono difficile la comprensione del dibattito. Dobbiamo rilevare che è un atteggiamento abitudinario della maggioranza, lo si riscontra spesso per poi terminare in un silenzio coprente. E’ il caso delle insegnanti non qualificate all’asilo quando si è cercato di nascondere la verità fatta di documenti e di lettere del ministero opponendo le sentenze (più o meno attinenti) di tutti i tribunali d’Italia, copiate ed incollate alla bene meglio per piegare la verità al proprio comodo.
Oppure sul reperimento delle aree per realizzare il nuovo asilo. Pareri tecnici comparsi come funghi, ma di nessun valore davanti alle norme dello stato. O come le vicenda della centrale idroelettrica sull’Adda, che davanti alle nostre perplessità è all’improvviso divenuta baluardo della sicurezza delle sponde del fiume, per poi sparire nel silenzio…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: