Archivio | novembre, 2015

A qualcuno piace caldo…

14 Nov

a-qualcuno-piace-caldo

E’ a questa conclusione che siamo giunti dopo la recente politica del “termostato” di Rivoltiamo.
La scorsa estate si sfioravano i 40 gradi negli uffici del municipio perché l’impianto di condizionamento era guasto. E’ intervenuta perfino l’ASL per convincere il sindaco che, forse, era il caso di far riparare i macchinari per il raffrescamento dei locali.
Ora un altro problema si verifica alla scuola media, dove una “caldaia impazzita” riscalda le aule a temperature tropicali, costringendo gli alunni in maniche di camicia. In un periodo in cui l’efficienza energetica degli edifici pubblici e le emissioni in atmosfera sono argomenti chiave di una politica cosciente dei problemi ambientali, quella di Rivoltiamo è in controtendenza, con temperature di 28 gradi nelle stanze!
Ammesso che la manutenzione carente (o assente) sul patrimonio comunale abbia ridotto il funzionamento delle caldaie ad un semplice on/off, senza altra possibilità di regolazione, non è possibile spegnere gli impianti quando la temperatura nei locali supera quella che si raggiunge in estate nel Sahara?
Queste situazioni da barzelletta sono frutto di una pianificazione negli interventi di manutenzione dei plessi comunali molto carente, basata solo sugli interventi in stato di emergenza. L’amministrazione di Rivoltiamo preferisce dedicare tutta la sua attenzione a trasformare aree di rispetto stradale in preziosi terreni edificabili (per poi spendere inutilmente altro denaro pubblico per farle periziare ogni 2 anni…) o ad organizzare risottate e cene in piazza, senza investire e pianificare una manutenzione cadenzata sul proprio patrimonio immobiliare.
Avanti così!

Annunci