La pagina mancante (2° episodio)

2 Giu

Marte

Grazie ad alcune conoscenze all’interno di Rivoltiamo, siamo venuti in possesso della pagina mancante del giornalino di partito della maggioranza, inerente il “Bilancio di fine mandato”. Non siamo riusciti a resistere alla tentazione di renderlo noto….

ADDA E PROTEZIONE CIVILE

Costruzione di un’utile centrale idroelettrica

Nonostante le opposizioni, abbiamo concesso la costruzione della centrale idroelettrica sull’Adda, perché pensiamo che un manufatto di questo genere possa migliorare l’ambiente in cui è inserito.  Tutto questo a fonte di un incasso di circa € 15.000 in 20 anni (ovvero euro 750,00 all’anno) perché non vogliamo ostacolare le imprese che vogliono costruire sul  nostro territorio. Poco importa se, a Robecco d’Oglio, per una centrale idroelettrica simile a quella della località Bisarca il Comune incasserà euro 150.000 annui ovvero 3 milioni di euro in 20 anni.

AMBIENTE

Curare costantemente la pulizia delle strade e dei marciapiedi

Infatti dopo anni di riflessioni e ripensamenti, durante i quali i membri della giunta giravano per il paese con scopa e paletta, abbiamo pensato di affidare il servizio ad una società che ci permettesse di salvare la faccia a 6 mesi dalle elezioni.

Procedere alla progressiva sostituzione degli automezzi comunali con automezzi a combustione pulita

Nonostante stiamo pensando di installare colonnine di ricarica per auto elettriche sul territorio comunale, continueremo ad utilizzare auto a combustione interna, diffondendo la convinzione che la combustione delle nostre auto sia pulita, ben sapendo che tale processo non potrà esserlo.

Abbiamo fatto finta per 5 anni che non ci fossero problemi ambientali

In realtà sappiamo benissimo che in località Zita esiste una discarica non mineralizzata, ma basta non parlarne che il problema non esiste.

Renderci promotori di impianti a biogas

Abbiamo organizzato incontri per promuovere fonti energetiche basate su biogas. Ne eravamo così convinti che non partecipavamo nemmeno alle conferenze di servizi per le relative autorizzazioni sul territorio comunale. Sotto elezioni ci siamo ravveduti perché ci siamo accorti che anche gli abitanti in località Boldrinaglia potrebbero votare alle prossime elezioni.

LAVORI PUBBLICI

Realizzare una nuova scuola materna

Ci siamo impegnati per cinque anni a far credere di essere in grado di realizzare una nuova scuola materna, pensando di disboscare l’area verde intorno alla scuola elementare, calando il nostro progetto faraonico in uno spazio insufficiente ad ospitarlo, facendo rientrare perfino i parcheggi e la roggia Rivoltana come aree didattiche. Alla fine siamo riusciti ad entrare in una graduatoria regionale per la costruzione di scuole statali, nonostante la nostra sia privata. Aspettiamo fiduciosi da un anno e mezzo…

Costruire un nuovo palazzetto dello sport

Abbiamo pensato che favorire la realizzazione di un campo da basket in asfalto dentro un parcheggio fosse meglio!

Mettere in opera nuove soluzioni per rallentare il traffico

In realtà l’unico deterrente è stata la postazione mobile di telelaser della Provincia in località Locanda Italia, i cui proventi sono andati interamente al gestore della strada. Per aumentare la sicurezza nel centro abitato lasciamo scorrere tranquillamente autoarticolati e mezzi agricoli per le vie, scontrandosi elimineremo progressivamente il problema.

Casa dell’acqua

Siamo riusciti in quattro anni a farci installare da Padania Acque una casa dell’acqua, purtroppo non siamo riusciti ad inaugurarla perché Melini ci ha avvisato in ritardo che sotto le elezioni non si possono fare inaugurazioni. Un’attenta valutazione nel posizionamento del manufatto ha inoltre permesso di perdere tre parcheggi. I posti persi sono stati recuperati sul sagrato della chiesa in piazza Vittorio Emanuele, togliendo le colonnine a protezione.

Realizzare nuove piste ciclabili

Non si è proceduto a realizzare nuove piste ciclabili. E’ stata completata soltanto quella inutile su via Dante, a complemento di una lottizzazione. Non ravvisiamo l’utilità di nuove piste ciclabili perché abbiamo in previsione l’acquisto di mezzi a combustione pulita.

Manutenzione della piazza principale

Dopo averla realizzata 10 anni fa, ci stiamo applicando alla sua costante manutenzione, incollando nuovamente tutte le pietre con prodotti ad alta adesività consigliati dal nostro assessore ai lavori pubblici. Contiamo di re-incollare tutte le pietre almeno tre volte prima della fine del mandato. 

AREA URBANISTICA ED EDILIZIA

Snellire le procedure autorizzative

Per snellire la burocrazia abbiamo pensato bene di non controllare le polizze fidejussorie dei lottizzanti, accettando anche quelle del monopoli. Il risultato è stato positivo, infatti il comune ha eseguito le opere che avrebbe dovuto fare il privato lottizzante. Gli abitanti dei nuovi quartieri, ogni tanto, avevano le vie al buio perchè senza illuminazione pubblica, consentendo un cospicuo risparmio energetico ed il contenimento dell’inquinamento luminoso.

Non individuare nuove aree agricole edificabili

Infatti ci siamo accontentati di trasformare in edificabili le aree a verde pubblico di via 2 giugno e quelle di rispetto stradale. Tutto questo sostenendo le spese di due varianti al PGT.

Ripristino della commissione edilizia

Questo importante organo consultivo è stato utile per esprimere pareri su temi importanti, come quello unanimemente positivo ma contrario (???) alla realizzazione della nuova scuola materna. Importanti osservazioni sono state espresse anche sull’ultima variante al PGT, tuttavia abbiamo pensato bene di non discuterle in consiglio comunale per snellire la burocrazia.

Proteggere le aree agricole

Siamo riusciti a raggiungere questo obiettivo soltanto perché le norme urbanistiche non ci consentivano diversamente. Abbiamo dimostrato di essere insolitamente attenti alle leggi.

Valorizzare il centro storico

Su questo versante non abbiamo fatto nulla. Tutto è rimasto com’era cinque anni fa. Alla luce di quanto abbiamo realizzato in altri contesti, è una grande conquista. Ci siamo però impegnati in prospettiva di un futuro mandato, togliendo dal PGT la schedatura degli edifici del centro storico che delineavano puntualmente ogni intervento possibile sugli edifici.

Esperienze urbanistiche innovative

Abbiamo pensato di invogliare la rilocalizzazione del Molino Seragni prevedendo nell’ultima variante al PGT la possibilità di trasformare l’area in un complesso residenziale con scomputo degli oneri di urbanizzazione secondaria per un parcheggio di 1.000 metri quadrati. Si sono così evitati costi maggiori per gli autotrasportatori che, trasportando le merci, avrebbero dovuto percorrere più strada per giungere la zona industriale appositamente predisposta per il Molino Seragni lungo la strada per Casirate (80.000 mq). Abbiamo quindi migliorato la situazione dell’inquinamento atmosferico di Rivolta.

ASSOCIAZIONI SUL TERRITORIO

Collaborazione con Camminiamo Insieme ed Approdo

Abbiamo favorito il patrocinio per un progetto redatto da una equipe di architetti capeggiati dal vicesindaco Nava che prevede la sistemazione della Cascina Marsiglia. Siamo andati oltre l’eventuale conflitto di interessi perché noi pensiamo al bene comune. Non abbiamo informato gli affittuari dello stabile e dei terreni perché crediamo nel coinvolgimento postumo; per lo stesso motivo non abbiamo informato l’Associazione Camminiamo Insieme e neppure l’Approdo. La proprietà della cascina Marsiglia, l’Opera Pia della Misericordia, è gestita dal Cda a maggioranza Rivoltiamo. Durante uno dei nostri aperitivi ne abbiamo parlato marginalmente ed abbiamo risolto. Sul fatto che il vicesindaco possa essere anche il progettista ci penseremo dopo. 

COMMERCIO

Utilizzo di piattaforme innovative per il distretto visconteo

Abbiamo dato incarico, all’attuale segretario del PD rivoltano, di elaborare un ingegnoso sistema informativo basato sul “QR code”, per la promozione del distretto del commercio visconteo, spendendo “soltanto” € 25.000. E’ talmente ingegnoso e complesso che abbiamo ancora qualche problema nella messa a punto. Infatti, dopo due anni, ancora non funziona bene. 

CULTURA E SPETTACOLO

Cura negli allestimenti

Abbiamo posto cura e dedizione nella presentazione del nostro borgo per le festività, con particolare riguardo a quelle natalizie. Dopo i primi tre anni di indecisione, nei quali non abbiamo fatto niente, al quarto anno abbiamo pensato di ritagliare dei pezzi di cartone e di appenderli con delle corde nella piazza del paese. La gente è rimasta molto sorpresa dall’effetto, soprattutto quando gli addobbi si sono trasformati magicamente in aquiloni e sono volati per le vie del paese.

SCUOLA 

Insegnamenti diversificati

Abbiamo appoggiato l’assunzione di personale docente con i titoli di studio più disparati, superando anche le circolari del ministero, al fine di garantire un insegnamento diversificato agli alunni delle nostre scuole.

Gestione personale scolastico

Alla scuola materna abbiamo raggiunto il primato di denunce e verbali per gravi mancanze nella gestione del personale docente. Visto il pregevole risultato manteniamo saldamente i vertici della dirigenza in attesa di risultati ancora più esaltanti.

SICUREZZA

Gestione associata della polizia locale

Abbiamo sottoscritto vantaggiose convenzioni mediante le quali il nostro personale di vigilanza effettua meno ore di servizio sul nostro territorio per prestarne in mezza provincia.

Potenziare il controllo del nostro territorio da parte degli agenti di polizia locale

E’ stato il nostro obiettivo, quando gli agenti non erano impiegati in altri comuni convenzionati…

SOCIALE

Potenziare il servizio “Piedibus”

L’amministrazione ha creduto profondamente nel servizio, a tal punto che dall’anno di insediamento di questa amministrazione, nel 2011, il servizio è totalmente sparito. Riteniamo il servizio sostituibile con l’acquisto di mezzi a combustione pulita.

TRASPORTI

Migliorare il collegamento tra il paese e la stazione di Treviglio

Ci siamo applicati al miglioramento del servizio, istituendo un servizio navetta con orari improponibili, senza coordinamento con i principali attori coinvolti per la riuscita del progetto: Autoguidovie, RFI e Comune di Treviglio. Visti i risultati…menomale che hanno riaperto la Rivoltana.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: