Il nostro programma

Una Rivolta per la vivibilità

Crediamo che Rivolta possa essere più viva e vivibile per tutti: giovani, famiglie, anziani e associazioni. Crediamo che si debba rendere questo paese più a misura di cittadino e meno a misura di impresa edilizia. Crediamo che sia imperdonabile il modo in cui le giunte di PDL e Lega e quella del PD hanno trascurato la gestione della scuola materna, causando l’attuale situazione di invivibilità che genitori e bambini sono costretti a subire.

Per questo, ci impegniamo per una Rivolta:

  • che metta al primo posto le esigenze dei cittadini. La nostra priorità è quella di ricostruire un sistema di SERVIZI, che a causa dell’espansione edilizia incontrollata è ormai diventato insufficiente.
  • che vada incontro alle famiglie. Costruiremo una nuova SCUOLA MATERNA all’avanguardia anche dal punto di vista della sostenibilità energetica, nel quale i nostri figli abbiano lo spazio per crescere e giocare. Trasformeremo lo sperpero di 4 milioni di euro di denaro pubblico, pensato da PDL e Lega per una “sala polifunzionale”.
  • che restituisca all’Adda il suo ruolo strategico. Completeremo la GREEN WAY ciclabile che costeggia l’Adda e attrezzeremo il nostro fiume per farlo tornare un luogo vivace e sicuro.
  • che fornisca spazi di aggregazione utili a tutti. Progetteremo con le associazioni, le scuole e tutti gli interessati un CENTRO VITA, INCONTRO E SVAGO vicino all’Adda, da gestire insieme, che possa fungere sia da bar per il ristoro lungo la Green Way, sia da centro nevralgico della bella stagione rivoltana. Pensato come spazio che possa autofinanziarsi e produrre “ricchezza sociale”, vi si potranno organizzare le attività più disparate (grest, cre, spettacoli, concerti, corsi, orti sociali, festival, eventi privati) e sarà attivo sia di giorno che di sera.
  • che sia moderna e aperta alle innovazioni. Porteremo internet in piazza e lungo l’Adda grazie alla tecnologia WI–FI.
  • che sia attenta alle esigenze di anziani e malati. Istituiremo un AMBULATORIO infermieristico gratuito rivolto a tutti ed, in particolare, ai bisogni dei più anziani.
  • che promuova il proprio patrimonio storico-culturale. Faremo di tutto per incentivare il TURISMO sfruttando il grande patrimonio storico, culturale ed enogastronomico a nostra disposizione, coinvolgendo attori già presenti e attivi in progetti come, ad esempio, la costituzione di un Ecomuseo diffuso.
  • che sia più sicura, davvero. Attiveremo un servizio sms ed email di ALLERTA nel caso di un serio rischio di esondazione dell’Adda o in situazioni di allarme comunicate da Prefettura e Protezione Civile. Proporremo inoltre convenzioni ai Comuni limitrofi per una collaborazione in servizi di sicurezza attribuibili alle Polizie locali.

Una Rivolte per l’ambiente

Crediamo che si debba immediatamente fermare il consumo del suolo che è in atto ormai da vent’anni. Crediamo che sia inammissibile che dal 1993 siano stati resi edificabili quasi un milione di metri quadri di quello che prima era il nostro polmone verde: il suolo che è stato devastato non si può più rigenerare. Crediamo che sia pericoloso per la nostra salute vivere in un paese in cui, nei primi due mesi del 2011, il PM10 ha superato i limiti massimi per 40 giorni su 50 (dati ARPA).

Per questo, ci impegnamo per una Rivolta:

  • che ponga uno STOP immediato alla cementificazione incontrollata. Sulla scia dei “Comuni virtuosi”, il nostro PGT non prevederà nessuna espansione edilizia ulteriore. Per quanto riguarda, invece, i terreni resi edificabili da PDL e Lega (in direzione di Spino fino a dopo il cimitero) ci impegniamo ad intervenire per imporre metodi costruttivi rispettosi dell’ambiente con fonti di energia rinnovabili.
  • che costruisca boschi. Individueremo aree per interventi di RINATURALIZZAZIONE e rimboschimento per contrastare il continuo aumento di PM10.
  • che rinunci alla svendita di suolo fertile per pagare le bollette. Useremo mezzi alternativi agli oneri di urbanizzazione ricavati dal consumo del territorio per finanziare le opere fondamentali per Rivolta. L’amministrazione comunale darà poi l’esempio utilizzando anche per gli edifici pubblici energie pulite e ottenendo così il TAGLIO DELLE SPESE per luce e gas, provvedendo, ad esempio, a cambiare l’illuminazione stradale presente con nuovi strumenti che permettono di risparmiare fino all’80%.
  • che valorizzi l’acqua pubblica e i prodotti locali. Favoriremo l’acquisto di questi prodotti, installando, ad esempio, PUNTI DI DISTRIBUZIONE di acqua (anche gasata) e latte o individuando dei giorni dedicati alla promozione del territorio. Porteremo avanti, inoltre, una costante opera di sensibilizzazione in favore dell’uso dell’acqua del rubinetto e dei prodotti delle nostre cascine per aiutare l’economia locale, evitare gli sprechi e ridurre l’inquinamento dovuto ai trasporti e lo smaltimento delle bottiglie di plastica.
  • che favorisca il trasporto pubblico. Incentiveremo l’uso di bus e, soprattutto, treni, nonché l’adozione di MODERNI metodi di spostamento, come il “carsharing” ed il “carpooling”.

Una Rivolta per la collettività

Crediamo che in un paese come Rivolta il parere dei cittadini vada costantemente ascoltato e non ignorato come nei casi della svendita dell’Ariston o del rifacimento della piazza. Crediamo fortemente nella democrazia “dal basso” e nello strumento delle Consulte, organi aperti alla partecipazione diretta degli interessati in tutte le aree del sociale e dotati di un fondamentale ruolo consultivo. Crediamo che accoglienza, solidarietà e ascolto possano aiutare la nostra comunità a crescere in modo coeso e più equilibrato.

Per questo, ci impegnamo per una Rivolta:

  • che ascolti i cittadini nel processo decisionale. Attiveremo dei percorsi di PARTECIPAZIONE massiva attraverso lo strumento delle consulte.
  • che si esprima contro il nucleare. Faremo una delibera che proclami Rivolta d’Adda “PAESE DENUCLEARIZZATO”.
  • che renda protagonisti i giovani e permetta loro di esprimersi. Costituiremo una “CONSULTA GIOVANI”, per la gestione comune degli spazi ad essi dedicati, come la sala musica, e delle iniziative che verranno organizzate, per loro, da loro.
  • che favorisca il rispetto reciproco. Promuoveremo TOLLERANZA E SOLIDARIETÀ interculturale e intergenerazionale, con progetti come le visite ai campi di concentramento, il gemellaggio con altri comuni o città straniere e il “festival della multiculturalità” da tenersi nel nuovo Centro.
  • che valorizzi il lavoro e le conoscenze delle associazioni. Consulteremo SEMPRE le associazioni quando andremo a toccare con le nostre politiche i settori di loro interesse e le considereremo come i primi soggetti da attivare nelle varie iniziative.
  • che non dimentichi il contributo che possono dare gli anziani e i pensionati. Sarà costituita anche una “CONSULTA PENSIONATI” da attivare nella gestione di alcuni spazi ed in progetti ad hoc, come gli “orti sociali” ed il giardino della memoria.
  • che si apra al contributo di tutti i nuovi rivoltani. Favoriremo in ogni modo la conoscenza tra i rivoltani “storici” ed i nuovi residenti, con iniziative specifiche che permettano il dialogo interculturale e lo scambio di esperienze. Attiveremo poi anche una “CONSULTA DEI MIGRANTI” affinchè possano inserirsi meglio nel tessuto sociale del paese.
  • che riconosca i diritti di tutti. Istituiremo un registro delle COPPIE DI FATTO, un riconoscimento simbolico, ma comunque significativo.
  • che sia solidale anche con gli amici animali. Istituiremo l’Ufficio diritti animali.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: