Tag Archives: Centrale
Immagine

+ Centrali – Sicurezza = Calvi & C. E le politiche sul fiume Adda

8 Feb

+ Centrali - Sicurezza = Calvi & C. E le politiche sul fiume Adda

Nel mese di febbraio 2013 Calvi e Carera, durante l’assemblea pubblica sull’Adda, ENUNCIAVAMO (perchè questa è la politica di Rivoltiamo) l’immenza dell’ultimazione dei lavori di messa in sicurezza sull’Adda (settembre 2013 I stato di avanzamento – dicembre 2013 II stato di avanzamento).
Siamo a febbraio e non sono stati neppuri iniziati i lavori e “la dormiente giunta” non ha mandato alcun sollecito all’AIPO proprio in questi giorni dove, le famiglie rivoltane, non domono sogni tranquilli per il maltempo di questo periodo (fiume con portate importanti).

Anche l’attività di esproprio dei terreni necessari alla costruzione dell’argine di sicurezza sull’Adda, a protezione dell’abitato rivotano, tarda a partire NONOSTANTE LE ENTUSIASTICHE PREVISIONI di Rivoltiamo.

Nessun sollecito all’AIPO. Il gruppo consiliare di RIVOLTA DELLE IDEE vorrebbe una presa di posizione forte del Sindaco a tutela delle proprietà dei rivoltani e della loro sicurezza; per esempio vorremmo un esposto alla PROCURA DELLA REPUBBLICA che segnali eventuali responsabilità dovuti ai ritardi dei lavori sull’Adda.

METANODOTTO

Calvi e la sua Giunta per la centrale sull’Adda destinano risorse umane (tecnici ed assessori) per nr. 2 conferenze dei servizi quando “l’interesse pubblico su tale opera non è evidente”, mentre sulle opere del metanodotto, che interferiscono sulle opere dell’argine di sicurezza e sulle aree pubbliche destinate a PUBBLICA UTILITA’ (area feste di Via Ponte Vecchio) non si presenta nessuno alla CONFERENZA DEI SERVIZI presso la PROVINCIA e nel verbale si da atto solo del parere URBANISTICO FAVOREVOLE senza alcuna prescizione, diversamente da quanto prescitto dal Responsabili del Settore LAVORI PUBBLICI Arch. Citto.

Questa è la politica di RIVOLTIAMO: attenta a fare il PROMOTORE DI ENERGIA (leggasi centrale idroelettrica fortemente voluta da Carera), disinteressandosi delle opere che interferiscono sulle opere di messa in sicurezza dell’Adda e sulle aree destinate a SERVIZI (leggasi area festa di Via Ponte vecchio) che rischia, a far data 1 gennaio 2015, di non essere più utilizzabile per lo svolgimento di manifestazioni visto che in quell’area transiterà la conduttura del metanodotto.

Annunci